Tappa a Roma, per scoprire la città più bella del mondo

roma

Una stanza in bed and breakfast a Roma è un ottimo punto di partenza alla scoperta delle meraviglie della capitale d’Italia, immersi in una storia millenaria che si racconta in ogni angolo.

Come si fa a raccontare Roma?

Come si può sintetizzare in poche righe tutto quello che questa città è e racchiude in sé? Il Colosseo, i Fori, il Vaticano con San Pietro, Piazza di Spagna, la Fontana di Trevi… non basterebbe un mese per vedere tutto, di sicuro non basta un testo per poter descrivere a sufficienza le bellezze della capitale d’Italia.

Anzi, “Roma è la capitale del mondo! In questo luogo si riallaccia l’intera storia del mondo, e io conto di essere nato una seconda volta, d’essere davvero risorto, il giorno in cui ho messo piede a Roma. Le sue bellezze mi hanno sollevato poco a poco fino alla loro altezza. Si trovano a Roma vestigia di una magnificenza e di uno sfacelo tali, che superano l’una e l’altro, la nostra immaginazione”. Scriveva così Johann Wolfgang von Goethe nel suo “Viaggio in Italia”, diario ottocentesco in cui l’autore tedesco narrava le meraviglie che si paravano davanti ai suoi occhi.

A distanza di oltre duecento anni da quelle parole, le sensazioni che una visita al centro di Roma suscita sono ancora le stesse. Impossibile pensare di veder tutto in una volta sola, a meno di non avere a disposizione tanto, tantissimo tempo.

E dunque, la soluzione ideale per scoprire almeno piccoli scorci di questo straordinario patrimonio è semplice: avere come base una stanza in un bed and breakfast. La città è attiva sia di giorno che di notte, infatti, e quindi l’importante è avere un letto a disposizione e un posto sicuro cui ritornare per riposarsi e da cui ripartire alle prime luci del giorno. Non c’è bisogno di particolare sfarzo o di spender chissà quale prezzo per una stanza in albergo… un b&b nel centro di Roma potrà soddisfare sicuramente le esigenze di chi vuole vedere, scoprire, vivere la città.

Oltre al fattore prezzo (che non è trascurabile…), c’è anche un vantaggio operativo: Roma è ricca di stanze bed & breakfast, e quindi non è assolutamente difficile trovare una sistemazione strategica per l’itinerario che abbiamo in mente.

Si può addirittura scartare anche l’idea di restare in zona Termini, quella vicina alla stazione centrale della capitale: grazie al sistema di trasporti e alle linee della metropolitana, infatti, muoversi non è affatto complicato, e si può dunque optare per un b&b in posto di maggior fascino.

Magari si può cercare qualcosa tra i bed and breakfast dell’area “imperiale”, la valle che ancora oggi conserva le monumentali vestigia del Colosseo e dei Fori imperiali. L’anfiteatro Flavio è il simbolo stesso dell’eternità di Roma, un impianto che è rimasto in funzione con i suoi spettacoli per ben cinque secoli (fino alla metà del VI secolo) e che, da allora, ha comunque accompagnato tutte le fasi della vita della città.

Se invece non si vuole respirare l’aria della storia, ma si è alla ricerca di atmosfere più mondane, allora bisogna spostarsi in Piazza di Spagna, con la sontuosa e aristocratica scalinata di Trinità dei Monti, scenario ideale della moda capitolina.

Ma Roma è ovviamente anche la città del Papa: impossibile non pensare di visitare, almeno una volta, l’immensa Piazza San Pietro, cuore del Vaticano e di tutta la fede cattolica. Le immagini del colonnato e della piazza sono sicuramente negli occhi di tutti, ma ciò nonostante ritrovarsi di persona al centro di questa architettura imponente è da brividi. Lo stesso effetto che si prova a varcare la soglia dei Musei Vaticani, una delle raccolte d’arte più grandi del mondo: la Cappella Sistina e gli appartamenti papali affrescati da Michelangelo e Raffaello sono forse i più straordinari esempi delle vette raggiunte dall’Italia nel Rinascimento.

Per gli amanti della musica, Piazza San Giovanni è soprattutto il luogo deputato ad ospitare il cosiddetto “Concertone” del Primo Maggio, forse l’evento musicale più importante d’Italia che, dal 1990, viene organizzato ogni anno nel giorno della Festa dei lavoratori dai tre principali sindacati italiani. Ma la piazza è anche la sede su cui si affaccia la Sacrosanta Cattedrale Papale Arcibasilica Romana Maggiore del Santissimo Salvatore e dei Santi Giovanni Battista ed Evangelista al Laterano, madre e capo di tutte le chiese della Città e del Mondo, vale a dire la cattedrale di Roma, prima delle quattro basiliche papali e, addirittura, la più antica e importante basilica d’Occidente.

E, infine, trovare un posto dove mangiar bene a Roma non è un’impresa molto complicata; ma per chi volesse davvero assaggiare le specialità gastronomiche tipiche della cultura capitolina, il consiglio è di spostarsi un po’ dal centro (e dal proprio b&b) e raggiungere la zona di Trastevere, uno dei quartieri più vivi e caratteristici della città, ricco di ristoranti tipici ma anche di mercati, botteghe di ogni tipo e negozietti eleganti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!