Suo o proprio? Una scelta importante

quadernogrammatica

Suo o proprio? Una scelta importante in determinati casi. Dissipiamo un dubbio grammaticale forse sottovalutato.

Cosa sono? Suo e proprio, in lingua italiana, sono due aggettivi possessivi molto utilizzati.

Possiamo dire (e scrivere) Laura tiene molto alla sua salute, ma anche Laura tiene molto alla propria salute.

In casi come questi, suo e proprio sono due aggettivi interscambiabili; hanno lo stesso significato, ma proprio ha un valore più incisivo di appartenenza.
Addirittura, per marcare ancora di più l’idea del possesso, suo e proprio possono essere utilizzati insieme. Una terza versione dell’esempio precedente, può quindi essere Laura tiene molto alla sua propria salute.

Ma in che situazioni bisogna prestare attenzione a questi due aggettivi?

In certi casi, scegliere uno piuttosto che l’altro serve ad evitare incomprensioni ed equivoci tra gli interlocutori.

Vediamo un esempio.

Laura ha detto a Maria di essere preoccupata per la sua salute.
“Ma…la salute di chi? Sua di Laura o sua di Maria?” – si chiederebbero tutti.

Ecco perché scegliere l’aggettivo proprio non lascerebbe spazio ad alcun dubbio: Laura ha detto a Maria di essere preoccupata per la propria salute. Ora è chiaro: si sta parlando della salute del soggetto, Laura.

Per leggere l’articolo sul dubbio grammaticale “Familiare o famigliare” CLICCA QUI

Per leggere l’articolo sulle parole straniere entrate a far parte del vocabolario italiano CLICCA QUI

Vuoi sapere come te la cavi in grammatica italiana? Fai un salto su QUESTO SITO. Troverai tanti esercizi per tenerti in forma!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!