Serena Grandi: “Mi è stato diagnosticato un tumore al seno”

Serena Grandi ha combattuto contro un tumore. Lo confessa lei stessa al settimanale Chi, oggi in edicola. Rivelazione sconcertante che nessuno avrebbe potuto sospettare. Negli scorsi mesi, precisamente a novembre, un ciclone ha travolto la sua vita.

Serena Grandi: la spaventosa scoperta

Come racconta Serena Grandi al giornalista, i primi brutti presagi si erano avvertiti per pura coincidenza. Mentre portava in una borsetta i suoi cagnolini, aveva la sensazione che qualcosa non quadrava:

“Me ne sono accorta grazie ai miei cagnolini, sa? Me li ero portati a Roma, li avevo nella borsa, la Vuitton, loro due insieme, una bassotta e un chihuahua, sono pesantini… Insomma quella volta mi dicevo: “Strano, mi fa male un seno, sarà una botta che ho preso”. Altro che botta, avevo cinque centimetri di carcinoma”

Tutto ciò risale a metà novembre. Dai primi test un breve calvario per accertare effettivamente cosa fosse, fino alla brutta notizia:

“Quando succedeva? Un mese prima dell’intervento. A metà novembre. Da lì al giorno dell’operazione mi hanno rivoltato come un pedalino, e Tac e contro Tac. E risonanze magnetiche. E aghi aspirati, biopsie, poi alla fine abbiamo scoperto che c’era appunto un carcinoma di quasi cinque centimetri, che era subdolo, era sotto quel grasso che era stato messo per il lifting del seno che avevo fatto a febbraio scorso. Nessuno avrebbe mai pensato che stesse lì”

A un mese di distanza ecco l’intervento:

“Alla fine mi sono ritrovata sotto i ferri il 19 di dicembre”

Alle ultime visite di controllo Serena Grandi si era sottoposta circa due anni fa. E non c’era niente che potesse farle temere il peggio:

“I controlli? Io? Ma ogni anno, tant’è che l’ultimo è del 17 gennaio 2017, lo ricordo perché dopo poco avevo fatto il lifting. E sembrava tutto a posto”

Dopo quanto capitato, preferisce valutare bene se ricorrere a un nuovo intervento:

“La verità è che il mio corpo mi ha tradito. Ci sono delle protesi esterne che si mettono la mattina e si tolgono la sera, bellissime. Andare sotto i ferri a 60 anni non è uno scherzo […] cominci a dire: “E se muoio?”. Ho basato tutta la mia vita su due seni enormi e adesso, mah, ne ho solo uno. Ora piuttosto che pensare subito a rifare e come, vediamo come esco da questo inferno, vorrei cambiare la mia immagine di bambolona, che ormai siamo prossimi a Che fine ha fatto Baby Jane?”

Serena Grandi e Corinne Clery: ci eravamo tanto odiate…

In questa dura battaglia, oltre all’inseparabile figlio Edoardo Ercole, anche Corinne Clery. Una contro l’altra a lungo per l’eredità di Beppe Ercole, padre di Edoardo, con cui entrambe hanno avuto una relazione, le due si sono poi riappacificate per il bene del ragazzo, che chiedeva solo serenità in famiglia.

“C’è mio figlio, Edoardo, ma poi c’è Corinne, che mi sta seguendo minuto per minuto, è strana la vita, è stata la mia nemica… E’ come una moglie, noi del resto, siamo la famiglia Ercole, in qualche modo. E questa è una vera amicizia al femminile, se vuoi particolare, ma adesso più che mai capisco che conta il volersi bene. E da domani fare qualcosa di più. Sennò resto a fare che?”

E ora Serena Grandi che cosa farà?

“Ho 60 anni e, nonostante sia in ospedale, sono piena di energie, ma perché devo stare ferma? Io mi trasferisco a Milano e cercherò di lavorare sempre di più. Quel che è certo è che mi sono stufata di bocche, culi e sederi esagerati. Sono stata la pioniera del genere e ora farò tutto il contrario. Vorrei che mi si riempisse di più il cervello del décolleté, magari diventerò un po’ più noiosa”

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Manuel Magarini: Per info & collaborazioni: manuel.magarini@gmail.com