Uomini e Donne: corteggiatore si finge di essere etero, invece è gay, ecco chi è

Uomini e Donne, Maria De Filippi prende una decisione drastica sul Trono classico

A Uomini e Donne si fa spaggiare per etero ma è gay

Dopo le scelte di Luigi Mastroianni e Ivan Gonzalez è stata sganciata una bomba mediatica che riguarda il Trono classico di Uomini e Donne. Nel dating show di Maria De Filippi che va in onda dal lunedì al venerdì alle 14:45 su Canale 5 c’è qualcuno che sta mentendo.

In che senso? Stando alle indiscrezioni circolate sul web, un corteggiatore si sta facendo passare per etero ma in realtà è omosessuale. Ma di chi si tratta? Nel prosieguo dell’articolo troverete tutti i dettagli sulla curiosa vicenda.

Uomini e Donne: tutti gli indizi portano ad Andrea Dal Corso

“Il bello ha gusti diversi in pubblico e privato. Ex corteggiatore amante delle telecamere, è biondo, bello e molto benestante. In tv corteggia le donne ma nella vita fa il filo ai maschietti. Di chi stiamo parlando?”,

si legge questo su Oggi, il noto settimanale di gossip diretto da Umberto Brindani. Secondo gli indizi forniti dal magazine di gossip, il corteggiatore in questione sarebbe molto bello, biondino e di famiglia benestante.

Quindi, prendendo considerazione gli indizi diffusi in rete dal giornalista Alberto Dandolo, i numerosi fan del dating show di Uomini e Donne hanno individuato in Andrea Dal Corso il personaggio più corrispondente alla descrizione fornita da Oggi.

Quest’ultimo, infatti, qualche anno fa era stato ‘etichettato’ gay a causa di uno scatto diffuso dallo stesso giornalista di Oggi in cui la non scelta di Langella posava con una fascia da concorso di bellezza e un atteggiamento non proprio mascolino. In più, lo sanno tutti che Andrea venga in effetti da una famiglia coi soldi ed è tra i pochi biondi che fa parte dei corteggiatori di Angela Nasti. Sarà davvero lui o si tratta di qualcun’altro? Non ci resta che aspettare per sapere qualcosa in più.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)