Barbara D’Urso provoca tutti con un selfie a gambe nude – FOTO

Barbara D’Urso

Nonostante ‘Pomeriggio Cinque’ e ‘Domenica Live’ sono andati in vacanza da alcune settimane, Barbara D’Urso continua a lavorare come una forsennata. La conduttrice, però, non perde tempo a divertirsi con i suoi followers postando alcuni scatti bollenti su Instagram. Forse saranno state le parole di Alberto Mezzetti, che hanno esaltato le cosce di Lady Cologno, o semplicemente la voglia di esibire una parte del suo corpo? Resta il fatto che la presentatrice partenopea ha voluto postare sui social un selfie dove mette in risalto le sue lunghe gambe completamente nude.

Barbara D’Urso mostra le sue gambe ai suoi numerosi follower di Instagram 

Direttamente dal set e più precisamente dal camerino della nuova fiction di Canale 5 ‘La dottoressa Giò 3’, la frizzante Barbara D’Urso ha regalato ai suoi numerosi followers su Instagram un’immagine abbastanza sensuale in modalità selfie. Carmelita indossava un vestitino corto, scarpa con tacco e gamba allungata a mettere in risalto la bellezza del suo corpo. Accanto alla foto, Carmelita nazionale ha scritto queste parole:

“Baci dal camerino della #dottoressagiò!!”.

Inoltre, ha scritto questa serie di hashtag: #buonaestate #buonaserata #colcuore. (continua dopo il post)

Barbara D’Urso e i suoi prossimi impegni lavorativi

Baci e selfie che hanno reso felici i suoi tantissimi seguaci. Infatti, in pochissimo tempo la foto ha ricevuto migliaia di mi piace e numerosi commenti. Nonostante l’impegno sul set, l’attività social di Lady Cologno prosegue senza sosta, consapevole di quanto importante sia la comunicazione social per un personaggio pubblico come lei. Oltre a girare le scene de ‘La Dottoressa Giò 3’ insieme all’attore Christopher Lambert, Barbara D’Urso è impegnata anche a realizzare gli spot per la nuova stagione di ‘Pomeriggio Cinque’ e ‘Domenica Live’.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)