Arlo muore a due anni per una diagnosi sbagliata: i medici pensavano che potesse trattarsi di influenza

Bambino australiano morto a 2 anni per diagnosi sbagliata

Arlo Upton, un bimbo australiano è morto la scorsa settimana dopo che i medici lo avevano rimandato a casa con la diagnosi di influenza. Ma partiamo dall’inizio di queta storia che purtroppo ha avuto un epilogo tragico.

La storia di Arlo deceduto per una diagnosi sbagliata

La giovane coppia di Brisbane, in Australia, notando che il figlio non stava bene, lo ha portato subito dal medico. Il piccolo presentava febbre elevata, aveva mal di stomaco e non mangiava. La mamma e il papà hanno contattato diversi pediatri, tuttavia la diagnosi è stata sempre la stessa: influenza. Tuttavia i farmaci per abbassare la febbre non hanno sortito effetto, Arlon continuava a stare male.

Ed anzi le sue condizioni sono peggiorate, aggiungendosi ai sintomi, oltre che l’inappetenza e la febbre, anche il vomito e i dolori muscolari. La situazione è precipitata del tutto quando il piccolo ha avuto una crisi respiratoria. I genitori hanno chiamato subito l’ambulanza che li ha condotti all’ospedale della città del Queensland.

Arlo: la diagnosi definitiva

In un primo momento i medici hanno pensato che potesse trattarsi di una sepsi, una infezione generalizzata di tutto l’organismo. Hanno poi scoperto che invece il bambino soffriva di una mutazione genetica nota come carenza di LPIN1, che procura un danno acuto al muscolo scheletrico. Purtroppo non vi era più possibilità di intervenire: nel corso del trasferimento in ospedale ha subito un arresto cardiaco, il cervello gli si è gonfiato ed anche altri organi sono risultati compromessi. Il piccolo Arlo è deceduto pochi giorni dopo aver compiuto due anni. Tuttavia soltanto l’autopsia potrà darne una conferma definitiva.

I genitori straziati da questo dolore indicibile hanno voluto lanciare un appello agli altri genitori, ovvero di portare immediatamente da uno specialista il loro bambino se non sta bene. Se lo avessero fatto, Arlo si sarebbe salvato. Queste le parole della mamma del piccolo:

“Era molto felice  Aveva festeggiato il compleanno solo due settimane prima. Non riesco ancora a credere che non ci sia più”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!