Gerry Scotti: ‘Il mio vitalizio di 1400 euro al mese? Ecco a chi lo darò…’

Gerry Scotti

Qualche tempo fa il Presidente del Consiglio dei Ministri aveva detto a Gerry Scotti che non poteva rinunciare al suo vitalizio. Ora che il governo giallo-verde sta prendendo dei provvedimenti, cambierà tutto? Il popolare conduttore, oltre ad essere un bravo professionista dal punto di vista televisivo, in passato ha avuto una beve parentesi (cinque anni) al Parlamento con il Partito socialista. Questo asso di tempo gli è bastato per ricevere un vitalizio mensile di circa 1.400 euro.

Gerry Scotti non vuole assolutamente intascare il vitalizio di 1.400 mensile che gli tocca di diritto

Una pensione che Gerry Scotti non ha assolutamente voglia di intascare. Infatti, quando Matteo Renzi era ancora Premier, il presentatore gli ha chiesto di firmare dei documenti per rinunciarla. Nel frattempo, il pavese ha deciso di dare questi soldi in beneficenza. In particolare a tutte quelle famiglie che hanno perso la mansione, oppure ai familiari che hanno perso il proprio caro a causa di incidenti sul proprio posto di lavoro.

Gerry Scotti e la sua intenzione di dare il vitalizio alle famiglie bisognose o coloro che sono morti sul lavoro

Intervistato nella trasmissione radiofonica di Alfonso Signorini, il divertente Gerry Scotti ha parlato dell’argomento appena citato facendo un appello agli organi di Stato affinché accettino la sua richiesta. Il conduttore che tra qualche settimana tornerà sul piccolo schermo con la nuova stagione di ‘Caduta Libera’, ha detto anche questo:

“Io spero che da qui a là, nel mio caso 8 anni, me ne diano lo strumento. Sai, Renzi mi ha detto “Ce ne occuperemo”.

Da quell’incontro sono passati alcuni anni e nel frattempo Gerry Scotti ha incontrato l’ex Presidente degli Stati Uniti d’America Obama e il Papa Francesco I e altra gente molto più importane di lui. Il governo composta da Lega e Movimento 5 Stelle ascolteranno l’appello del noto presentatore?

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!