Lady Diana incinta al momento dell’incidente? Dopo 21 anni un patologo rompe il silenzio

Lady Diana

Sono passati ventuno anni dalla tragica morte di Lady Diana, Principessa del Galles: la sua morte è ancora avvolta dal mistero. Un patologo svela un dettaglio inquietante

Nell’agosto del 1996, Lady Diana e il Principe Carlo annunciarono il loro divorzio e Carlo ufficializzò la sua relazione con Camilla. Un anno dopo, la bellissima Principessa del Galles si innamorò di Dodi Al-Fayed. Lady D aveva iniziato una nuova vita tuttavia le cose non andarono bene per lei e il suo amante.

L’incidente avvolto nel mistero

Il 31 agosto del 1997, Lady D perse la vita in un tragico incidente stradale in Francia sotto il ponte de l’Alma a Parigi. Nell’incidete persero la vita anche Dodi e l’autista. Per molti anni e ancora oggi c’è chi sostiene che si tratti di un omicidio e non un incidente causato per errore dall’autista.

Anche se i test confermarono che il tasso alcolemico del guidatore era tre volte superiore al limite di legge e che la principessa era incinta: il padre di Dodi, Mohamed Al, ha sempre sostenuto fortemente questa tesi.

La scoperta del patologo

In merito a quest’ultima tesi, il patologo Richard Shepherd che ha effettuato l’autopsia sul corpo di Lady Diana, ha riferito che non ci sono prove che la principessa fosse incinta. Il patologo ha poi aggiunto che se la principessa avesse indossato la cintura di sicurezza sarebbe ancora vive e ha precisato che:

“Vorrei poter dire che Diana sarebbe morta qualunque cosa fosse accaduta, ma la verità è che se avesse indossato la cintura di sicurezza sarebbe stata qui per i matrimoni del principe William e di Harry”

Insomma, un errore che non dovremmo mai commettere e che dovrebbe servirci da insegnamento. Speriamo che le persone imparino da questa vicenda a prevenire tali tragedie.

Se Diana fosse stata incinta, le tesi componentistiche di chi ritiene il suo incidente non un frutto del caso sarebbero più che supportabili.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!