Il padre dà fuoco alla casa, muore il figlio di 11 anni: ecco come lo ricorda la madre

I dissapori tra marito e moglie, che andavano avanti da tempo, purtroppo hanno avuto un epilogo tragico. Uno dei figli della coppia, un bambino di 11 anni, si trovava nella casa che il padre avrebbe incendiato. Purtroppo non è sopravvissuto. Al momento  dell‘incendio stava riposando in cameretta e presumibilmente è deceduto soffocato dal fumo. Ma andiamo a ricostruire più nel dettaglio quanto accaduto.

Stando a quanto si apprende, il 22 novembre scorso prima delle 17 a Sabbioneta (Mantova), l’uomo ha incendiato la casa dove viveva la moglie. Secondo quanto trapela dalle prime informazioni, non accettando di essere lasciato dalla donna, si sarebbe vendicato appiccando il fuoco alla sua abitazione.

L’uomo, un 52enne artigiano, si è poi dato alla fuga, ma è stato fermato da una pattuglia a Casalmaggiore, in provincia di Cremona, a pochi chilometri di distanza da Sabbioneta. Soltanto qualche giorno fa il gip di Mantova aveva emesso nei confronti del marito un divieto di avvicinamento alla casa dove viveva la moglie assieme ai tre figli. La donna aveva manifestato l’intenzione di separarsi.

Secondo quanto si è ricostruito, la madre del bambino dopo aver accompagnato gli altri due figli ad attività pomeridiane, nel rincasare ha visto il marito uscire dalla casa e allontanarsi a bordo di un’auto con cui ha tentato di speronare quella della moglie. Purtroppo i carabinieri e il personale del 118, una volta entrati nell’abitazione, hanno trovato il bambino esanime, che è deceduto poco dopo l’arrivo in ospedale.

Il ricordo straziante della madre su facebook

Così su facebook ha scritto la madre nel ricordare il suo bambino:

Riposa in pace, cucciolo mio bello. Eri un angelo e adesso lo sei nel vero senso della parola. La mamma ti porterà sempre nel cuore, amore mio meraviglioso”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!