Satana: la figura del diavolo nella cultura di massa

Satana: la figura del diavolo nella cultura di massa
Satana: la figura del diavolo nella cultura di massa

In questo periodo natalizio sembrerebbe un po’ inopportuno parlare di una figura così controversa come quella di Satana. Tale articolo sarà solamente un piccolo sunto di ciò che la figura di Lucifero rappresenta nella nostra società attuale. Sembrerebbe incredibile, ma al giorno d’oggi la maggior parte degli uomini (cristiani compresi) non crede nel diavolo.

Non pochi sono inoltre gli studiosi che affermano che tale figura sia stata cincepita dall’immaginazione umana. Un argomento questo dibattuto da oltre 2000 anni di religione cristiana. Eppure, qualche esimio scrittore del passato la sapeva lunga al riguardo, come ad esempio Baudelaire, il quale affermava circa la figura di Satana: ‘La più bella astuzia del diavolo è di farvi credere che non esista’.

Satana: quale la verità sul principe dei demoni?

Secondo la religione cattolica, Satana era un tempo un angelo, il più bello e più splendente di tutti, secondo per saggezza e potenza solo a Dio. Lucifero dovette rinunciare alla sua posizione di privilegiato dopo che osò ribellarsi al Signore, condannando di seguito tutti gli altri angeli unitisi alla sua causa, venendo confinati in eterno in quel luogo di dolore e perdizione chiamato dai più Inferno.

Satana, come affermano tutti i prelati ed esorcisti esperti in materia, è un essere intelligente, personale, consapevole di ciò che fa. Per molte persone, in un tempo dominato dalla tecnologia, capitalismo e consumismo, forse un po’ troppo lontano da quel misticismo e sacralità di cui tutti noi avremmo bisogno, Satana è solo una figura astratta, una concretizzazione ideale di quel male (o malessere) che attanaglia l’umanità. La sua influenza malvagia può tuttavia essere esorcizzata?

La Bibbia ci insegna a come difenderci

La Bibbia stessa parla del diavolo e istruisce l’uomo su come sia possibile difendersi dal signore del male. Già tale termine così spaventoso, ‘diavolo’, fa riflettere. Tale parola deriva dal greco (dia-ballo) che significa: ‘Io divido’. La forza di Satana (che in ebraico significa ‘Il Nemico’) sta proprio nel riuscire a separare l’uomo dall’amore di Dio. Lo stesso Gesù Cristo chiama Satana ‘Principe del Mondo’ identificandolo dietro la forza corruttrice che domina la nostra società. Per evitare l’influsso malefico del demonio, la Bibbia ci dice:

‘Mantenetevi assennati, siate vigilanti’

E di seguito si può leggere:

‘Il vostro avversario, il diavolo, va in giro come un leone ruggente, cercando di divorare qualcuno’

Le Sacre scritture ci fanno dunque capire che, per quanto sia forte il suo potere maligno, Lucifero rimanga dopotutto un essere limitato e sottomesso a Dio. Il suo facoltà di tentare le anime ha dunque solo effetto su quanti non si mantengono assennati e preferiscono tenere il loro spirito ‘dormiente’,  incurante delle responsabilità, della morale e del buonsenso.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!