Suor Cristina conquista gli Stati Uniti: scoppia la mania

Suor Cristina

A The Voice of Italy, sotto la supervisione di J-Ax nel 2014, Suor Cristina conquistò un clamoroso primo posto e divenne una celebrità. In finale lanciò Lungo la riva, l’inedito scritto da Neffa, che riscosse però una risposta piuttosto fredda nel pubblico. E Sister Cristina, l’album pubblicato dalla Universal, fu a sua volta un buco nell’acqua.

Fra i brani più chiacchierati Like a Virgin, hit di Madonna. Il secondo singolo Blessed Be Your Name segnò una svolta. Nello stesso giorno dell’uscita, la SNEP (Syndicat national de l’édition phonographique) le conferì il disco d’oro. Da cui il boom, anche mondiale. L’11 marzo 2015 Suor Cristina uscì in Giappone. Dall’agosto 2016 è protagonista nel musical Titanic, dando brillante dimostrazione di cosa significa reinventarsi in un altro ambito.

Suor Cristina: debutta negli Stati Uniti ed è successo

A inizio 2019 la grossa chiamata. Suor Cristina “emigra” negli States per partecipare al nuovo programma The World’s Best, che 23 milioni di telespettatori hanno seguito. Sul palco interpreta Born This Way di Lady Gaga, davanti a RuPaul, uno dei giurati, e all’attrice Drew Barrymore.

Conclusa l’esibizione, un fragoroso scroscio di applausi. Il pubblico americano impazzisce per la sua performance e prendono di mira i social con commenti e video super positivi. Un utente scrive che come sempre è la migliore. Non si stanca mai a sentire la sua voce e di riguardarsi le esibizioni sul palco.

E fu così che Suor Cristina conquistò l’America. Intanto, ha trovato tempo e modo di rinnovare i suoi voti, sottolineando come la fede rimanga comunque al centro della sua vita. In pieno accordo con la nuova direzione intrapresa dalla Chiesa, anche sull’apertura espressa da Papa Francesco sulle coppie gay.

Un gesto bellissimo, secondo lei, e che ritiene giusto. Nessuno può giudicare: Gesù ha amato gli ultimi e Maria Maddalena.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!