Marco Carta umiliato: “Fenomeno più televisivo che artistico”

Marco Carta

Un ex prof di Amici umilia Marco Carta

Non vive un periodo facile, Marco Carta. Come risaputo, l’ex prospetto di Amici di Maria De Filippi ha ricevuto accuse di furto alla Rinascente di Milano, dov’era andato per fare shopping con un’amica. L’artista è imputato di aver rubato alcune magliette per un valore complessivo di 1200 euro e, sebbene a più riprese lui si sia professato innocente, il prossimo settembre affronterà un processo, nel quale verrà chiarita la questione.

Intanto, sta concludendo le vacanze, dicendosi sereno e sicuro dell’assoluzione. Contro previsione, in questo stesso periodo parla del giovane nient’altro che Grazie Di Michele, la sua insegnante durante l’esperienza nella scuola. Se seguivate il programma ai tempi ricorderete senz’altro i frequenti litigi tra i due, e le opinioni divergenti sull’avvenire.

Guerra continua

Da quando Marco Carta concorreva nel talent, iniziando così la carriera nella musica, sono ormai passati quasi 12 anni. In tanti ricorderanno le prime esibizioni e i suoi esordi movimentati. A segnare l’esperienza del ragazzo è stata sicuramente la Di Michele. Mentre il maestro Jurman lo coccolava e credeva fermamente potesse farsi strada nel mercato discografico, lei lo criticò spesso, finendo per alimentare innumerevoli scontri.

Non era un mistero, infatti, che l’insegnante non apprezzasse granché le doti canore di Carta, dubitando in più circostanze pure del suo valore artistico. Spesso, l’allievo si è così ritrovato a rispondere per le rime e confrontarsi in termini accesi. Conclusa l’esperienza nella trasmissione da vincitore, si è buttato nella sua carriera, dimenticando i dissapori. Almeno fino ad oggi.

Marto Carta incassa un altro duro colpo

Dopo gli recenti sviluppi che hanno coinvolta Marco Carta, proprio l’ex professoressa di Amici ha dato la propria opinione sull’artista, ribadendo il proprio pensiero. Contattata da Vanity Fair per un’intervista, la Di Michele ha espresso a distanza di tanti anni il pensiero sul ragazzo. In merito ha espresso tale commento:

“Credo sia un fenomeno più televisivo che prettamente artistico”

Secondo l’artista in lui si sono immedesimati i ragazzi che hanno da ridire coi prof. Detto ciò, conclude con un minimo apprezzamento: sta migliorando. Sempre meglio che niente. Dall’opinione esternata sembra dunque che Grazie Di Michele non abbia fatto pace col passato e ancora terrebbe Marco Carta costantemente monitorato.

Il diretto interessato come reagirà? Tirerà fuori gli artigli e graffierà oppure lascerà perdere? Nel frattempo l’attenzione è già rivolta al processo, fissato, come detto in apertura, a settembre. Il cantante sardo riuscirà a dimostrarsi innocente oppure lo riterranno colpevole? Non ci resta che attendere il momento della verità.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!