Maltempo in arrivo su tutta l’Italia, forti venti e freddo polare in arrivo

maltempo in Italia

Dopo un mese di Gennaio relativamente mite, una forte ondata di maltempo è attesa nelle prossime ore in tutta Italia. Le temperature lievemente più alte rispetto alla media del periodo, infatti, stanno per lasciare spazio ad una forte ondata di freddo, vento, pioggia, neve.

Insomma, da martedì 4 a venerdì 7 febbraio tornerà l’inverno che farà sentire i suoi effetti da nord a sud. La perturbazione, comunque, lascerà la Penisola entro la fine della settimana in corso.

Maltempo in arrivo, dove e quando soffieranno i venti più forti

Il maltempo, secondo i meteorologi, sta per raggiungere tutta l’Italia. Alcune zone, addirittura, sono interessate dai primi fenomeni già dalla mattinata di martedì. Venti molto forti, infatti, prenderanno man mano il sopravvento nelle regioni del centro nord, in particolare di Sardegna, Marche, Umbria, Toscana, Emilia Romagna, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Nelle regioni del nord est, soffieranno violentissimi venti di fohen.. Si parla di venti di burrasca, dunque molto forti.

I fenomeni interesseranno anche il Lazio, l’Abruzzo e il Molise, dapprima sui rilievi in mattinata e successivamente anche a livello del mare. L’intensità dei fenomeni sarà tale che, tra queste regioni, il Molise ha proclamato uno stato di allerta per rischio idrogeologico di colore giallo.

Italia nella morsa del maltempo, non solo venti

Ma non saranno soltanto i venti a rendere il maltempo in arrivo in queste ore il peggiore dall’inizio del 2020. Il mare, infatti, risulterà particolarmente agitato su tutta la nostra penisola. Previsto, specialmente per la giornata di mercoledì, un brusco calo di temperatura (fino a 10 gradi in meno rispetto alla giornata di lunedì 3 febbraio) che porterà anche alla formazione di precipitazioni nevose (persino in pianura) al centro sud.

Le regioni meridionali, in particolare la Sicilia e la Calabria tirrenica saranno spazzate da violentissimi venti che, nelle zone dello Stretto di Messina, potrebbero raggiungere la velocità di 100 km/h.

Le autorità consigliano la massima prudenza nella circolazione stradale. È necessario prestare molta attenzione in autostrada, in particolare sui viadotti e alle uscite delle gallerie dove si potrebbe essere sorpresi da raffiche di vento particolarmente forti e pericolose. Adeguare la velocità è, poi, fondamentale.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!