Flavio Briatore apre una nuova attività ed è polemica, ecco i dettagli

Flavio Briatore
Flavio Briatore

Flavio Briatore apre Crazy Pizza ma la pizza è troppo sottile

Flavio Briatore ha inaugurato da pochi giorni la nuova pizzeria a Montecarlo chiamata Crazy Pizza. Sono subito arrivate le polemiche a causa di qualcosa che non è piaciuto al pubblico social ormai divenuto tanto critico. Il dettaglio sul quale tutti si sono soffermati ha a che fare sia con le pizze che con la modalità di presentazione.

Per esempio c’è chi ha criticato il colore del pomodoro troppo stinto, chi invece si è soffermato particolarmente sulla mozzarella e sulla sua consistenza, chi invece ha avuto particolare attenzione per i prezzi. Una semplice margherita ha un costo di €15, mentre una pizza con l’aggiunta di prosciutto crudo costa ben €23,50 pur essendo una pizza normale e non una Gourmet.

Flavio Briatore: ecco cosa i follower hanno detto delle sue pizze, nessuno ha risparmiato cattiverie

Flavio Briatore è abituato alle critiche ed alle polemiche di qualunque genere, forse però non si aspettava di ricevere commenti cattivi anche per il colore del pomodoro. Tra i commenti sui social in molti scrivono che il pomodoro è pallido, dovrebbe essere rosso, invece somiglia più ad un arancione smorto. Poi i bordi della pizza si presentano bruciacchiati rappresentazione chiara di una cottura non andata per il meglio. Poi si passa anche per la lievitazione che sembrerebbe non essere stata il massimo. Insomma in linea generale la pizza non sembrerebbe molto appetitosa, mozzarella secca, pomodoro non buono, troppo cotta, lievitata male.

Impossibile non notare come il Re del Billionaire ha scelto di sponsorizzare l’apertura della pizzeria. Ha sistemato una pizza in verticale che ovviamente per tutte le leggi della fisica, Newton, Murphy e così via, dovrebbe perdere nel giro di pochissimi secondi sia la mozzarella che il pomodoro cosa che però non accade. Tutto rimane intatto lì come è stato sistemato dal pizzaiolo, alquanto impossibile o comunque improbabile.

“Sembra la pizza del Conad”,  “mia mamma la fa meglio”, questi alcuni dei commenti che si leggono su Instagram

Tra i commenti più cattivi, si legge che la pizza del Conad che costa €2 è molto più bella, si presenta meglio ed è anche buona. Qualcuno scrive addirittura che la pizza di Briatore somiglia più che altro a quella di un qualunque negozio di kebab. Che sarebbe necessaria qualche dritta da parte delle mamme che sono sicuramente più brave e possono dare consigli per migliorare.

A rigor di logica, tirando le somme se Briatore avesse aperto questa pizzeria in Italia, potrebbe già chiudere. In Italia d’altronde la pizza è sacra. Magari a Montecarlo le cose andranno meglio con aspettative più basse o nella media.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!