“Il GF Vip non dovrebbe andare in onda c’è la crisi”: l’opinione di Roberta Bruzzone

Roberta Bruzzone
Roberta Bruzzone

Il GF Vip al centro delle polemiche

Negli ultimi giorni la quinta edizione del Grande Fratello Vip è finita nel mirino della polemiche per via delle usciti infelici di Alda D’Eusanio che le sono costate l’espulsione immediata. In tanti si sono scagliati contro il reality show di Canale 5 condotto da Alfonso Signorini e l’ultima in ordine cronologico Roberta Bruzzone.

La famosa criminologa e giurata di Ballando con le Stelle ha rilasciato una lunga intervista a Il Fatto Quotidiano. Ha asserito che la trasmissione Mediaset secondo lei non dovrebbe essere trasmessa. Il motivo? “Perché stiamo vivendo in un contesto di grande depressione e crisi come quello che stiamo vivendo, non dovrebbe andare proprio in onda”, ha fatto sapere la donna.

Roberta Bruzzone contro il reality show

Intervistata da Il Fatto Quotidiano, Roberta Bruzzone ha tuonato contro il Grande Fratello Vip 5. La criminologa si è detta sconcertata e fa fatica a pensare che l’editore non sia consapevole di cosa stia accadendo in quel determinato programma che così facendo scatena dinamiche pericolose.

Poi in merito alla vicenda Alda D’Eusanio che ha fatto delle illazioni su Paolo Carta e Laura Pausini, la donna ha continuato così: “Trovo che l’aspetto sconcertante di questa vicenda sia il fatto che ci si metta a fare una discussione di questo genere. Toccando aspetti delicatissimi su un tema importante, come quello della violenza sulle donne, per gettare un’ombra terribile su una persona. Non si può in un contesto come quello del ‘Grande Fratello Vip’ trattare con questa leggerezza temi delicati, parlo anche in generale”.

La criminologa contro Il GF Vip e i concorrenti

Parlando col giornalista de Il Fatto Quotidiano Roberta Bruzzone ha detto anche che è molto discutibile lo scenario. Così come è discutibile una trasmissione che secondo lei è diseducativa sotto ogni punto di vista. Nel cast in mezzo ad alcuni concorrenti ragazzini, ci sono persone di una certa età che pronunciano frasi terribili. Quindi non si rendono conto di quello che dicono, ha tuonato la criminologa.

“Un programma del genere, in un contesto di grande depressione e crisi come quello che stiamo vivendo, non dovrebbe andare proprio in onda. Un atteggiamento nocivo del genere comporta la ‘normalizzazione sociale’ di argomenti (come il tema della violenza sulle donne) che invece necessitano di essere trattati con il giusto peso, visto che parliamo di fenomeni purtroppo di estrema diffusione”, ha concluso il volto di Ballando con le Stelle.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!