Fotoalbum stile reportage, una tendenza che non sembra passeggera

I fotoalbum stile reportage sono la nuova tendenza in fatto di eventi

I fotoalbum stile reportage è sempre più di tendenza. Questo stile di fotografia molto usata in ambito giornalistico infatti negli ultimi anni ha coinvolto tantissimi altri settori, diventando un must per chi desidera un ricordo che sia particolare e autentico.

Fotoalbum: cosa significa reportage

Reportage è un termine francese che indica un particolare genere fotografico che ha come scopo quello di indagare e documentare alcuni aspetti della realità. Sostituisce infatti la parola scritta con la forza e la potenza comunicativa delle immagini. A caratterizzare il reportage dunque è la concatenazione di varie immagini che vengono riprese singolarmente e in modo analitico, per essere poi assemblate al fine di costruire un vero e proprio discorso unitario e sintetico.

Da ciò è facile intuire che il reportage rappresenta la vocazione per eccellenza della stessa fotografia. Se la singola immagine viene spesso legata alla tradizione pittorica, questa tecnica è una novità ed è considerata oggi, a tutti gli effetti, il modo migliore per esprimere tutte le possibilità della fotografia.

Fotoalbum: perché scegliere il reportage

Dal matrimonio al compleanno, sino alla laurea e la festa di fidanzamento, l’album fotografico con copertina personalizzata è sempre una buona idea per conservare i propri ricordi. In questo caso il reportage è una soluzione ottima perché consente di rappresentare la realtà di ciò che accade in modo efficace.

Spesso quando avvengono avvenimenti importanti ci dimentichiamo di quanto sia importante immortalarli. Raccontare e documentare la propria esistenza è fondamentale, ma ciò che conta è anche il “come”. Il reportage consente di raccontare veramente come sono le persone, interpretare i loro gesti e comprenderle al meglio, dando un valore e un senso temporale alla giornata.

Solo così sfogliando l’album si potranno cogliere stati d’animo delle persone, espressioni particolari, emozioni e sensazioni che si susseguono. La regola principale perché le foto siano perfette? Lasciarsi andare e abbandonarsi senza freni.

Il fotoalbum con un fotografo di reportage

Fra le tendenze per creare il fotoalbum del proprio matrimonio c’è quella di scegliere un fotografo specializzato in reportage. Il professionista in questo caso è interessato molto più all’antropologia che all’aspetto delle immagini. Dunque desidera catturare la bellezza e la verità di una scena, anziché mettere le persone in posa. Prende infatti in considerazione il comportamento di chi ha di fronte, l’ambiente e il modo in cui si muove. Sia nel caso di un professionista o di un fotografo amatoriale, chi pratica fotografia di reportage non sta tutto il tempo con la macchina davanti agli occhi, ma si ferma e osserva quello che accade intorno. Solamente quando coglie un dettaglio che potrebbe catturare la sua attenzione, decide di premere il pulsante per scattare.

La bellezza del fotoalbum

Creare un fotoalbum è sempre entusiasmante. Ogni storia infatti è un racconto diverso e ognuno può costruirlo come preferisce, creando un supporto meraviglioso per conservare i propri ricordi. I reportage durano nel tempo e mantengono una bellezza inalterata, custodendo i ricordi.

Gli album si possono configurare in base ai desideri, partendo da tipologia di stampa, dimensioni e orientamento, passando per scelta di tessuti e materiali. Abbinando il tutto fra loro per creare emozioni tattili e visive. Infine si può scegliere pure il contenitore più adeguato, da personalizzare in ogni aspetto e tipologia.

L’impaginazione, in particolare, è un lavoro che deve essere svolto con grande cura e tenendo conto della necessità di creare un giusto flusso narrativo. Questa tipologia di album, a differenza di quello tradizionale, tende a enfatizzare il dinamismo del racconto e ha bisogno di una lavorazione che è molto simile al montaggio video. Le scene e le varie sequenze vanno introdotte e raccontate per emozionare chi guarda, mentre le varie sezioni vanno bilanciate e collegate con transizioni utili per creare un percorso fluido.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!