Lo starnuto ci protegge dagli acari

Sapevate che il piu’ delle volte i nostri ricordi vengono scatenati,non tanto dall’aspetto di qualcosa,ma dal suo odore .Pensiamo al caratteristico odore di un libro vecchio,l’odore viene rilevato quando particelle del libro stesso si diffondono nell’aria ,sfogliare le pagine può rendere l’odore e i ricordi ancora più forti.

Oltre ad annusare l’ambiente circostante, il naso,filtra la polvere dall’aria che respiriamo;come ad esempio se si sfila un libro da uno scaffale, ad occhio nudo magari non  notiamo un fine strato di polvere,percio’ anche nelle situazioni più normali si celano pericoli. Si ,perchè nella polvere ci vive un acaro,detto per l’appunto Acaro della Polvere,muovendosi indisturbata sulle cellule della pelle che mutiamo naturalmente,questa numerosa compagnia d’esserini vive a stretto contatto con noi.

Non sapremmo della loro presenza se non reagissimo a una delle loro abitudini meno piacevoli,gli escrementi,ogni giorno ne producono milioni e per chi soffre di allergie alla polvere sono la causa dei problemi.

Quando la polvere viene sollevata ,gli escrementi  vengono rilasciati nell’aria,e quando si diffondono nella la nostra direzione li aspiriamo dritto su per il naso.

Dovete sapere che nella parte superiore interna al naso  file di ciglia sono al lavoro,all’interno di questo tappeto ci sono dei fori scuri chiamati Caliciforme,che producono un muco denso e appiccicoso ,in questa fascia di muco vi sono particelle di polvere e batteri raccolte al passaggio dell’aria,ma l’arrivo di un acaro della polvere innesca una reazione,lo starnuto.

Pensate che lo starnuto può raggiungere la velocità di quasi 5 mt al secondo,eliminando con successo l’irritazione e ristabilendo la normalità.Lo starnuto e’ davvero importante per difenderci da diversi “esserini”.

 

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!