Peperoni in agrodolce

Eccomi qui a consigliarvi una prelibatezza, un antipasto molto buono per chi ama i peperoni. E’ molto semplice da preparare e anche abbastanza veloce. Con le quantità che vado a indicarvi si possono preparare 8 vasetti da 200 gr.

INGREDIENTI:

3 kg tra peperoni rossi e gialli, 800 gr di aceto, 700 gr di zucchero di canna, 220 gr di sale, 50 gr di mandorle con la buccia, olio extra vergine di oliva.

 

PREPARAZIONE:

Per prima cosa dobbiamo portare ad ebollizione in una pentola l’aceto, lo zucchero e il sale.

Mentre aspettiamo che l’aceto bolla preoccupiamoci dei peperoni, li laviamo molto bene ed eliminiamo  il picciolo, i semi e la parte bianca interna; a pulitura ultimata, passiamo a tagliarli a listarelle o quadratini (come preferite voi) e li riponiamo tutti in una ciotola che sopporti le alte temperature.

Quando l’aceto bolle spegniamo e versiamolo bollente sui peperoni e lasciamo il tutto a macerare per 12 ore. Passato il tempo di macerazione, li dobbiamo scolare, asciugare bene; una volta asciutti li possiamo conservare nei barattoli alternando i peperoni alle mandorle e aggiungere l’olio fino a coprire completamente, mettiamo il coperchio e conserviamo in un luogo buio e lontano da fonti di calore.

CONSIGLI: Importantissimo perchè non vadano a male quando mettete l’olio nei barattoli i peperoni devono essere ricoperti completamente, proprio per questo non incoperchiate subito perchè il livello dell’olio può scendere e quindi dovete aggiungerne ancora un pò; seconda cosa tenete d’occhio che non rimangano bolle d’aria dopo aver versate l’olio, se così fosse basta che muoviate un pò le verdure con la forchetta per far andare via la bolla. Volendo potete usare metà olio extra vergine di oliva e metà olio di oliva, sia per risparmiare un pò sul costo che nel caso in cui  preferiate dare al vostro antipasto un gusto un pò più delicato. Si conservano per parecchi mesi, ma è sempre meglio consumarli in breve tempo, diciamo in 6 mesi dalla preparazione. Sono ottimi anche come contorno ad un secondo piatto, basta calcolare la dose per una cena e voilà BUON APPETITO!

 

 

 

 

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!