Tc-Helicon Voicelive

Tc-Helicon Voicelive

Quando mai il cantante avrebbe potuto pensare di avere uno studio ai suoi piedi?
Di poter gestire a piacimento la propria voce, di non sentirsi più solo ma di poter farsi accompagnare da altre credibili voci armonizzate, di scegliersi e di “suonarsi” il riverbero a seconda del brano e delle proprie lune? Questo miracolo di autonomia è avvenuto grazie a TC-Helicon e a questo suo nuovo prodotto da pavimento denominato VoiceLive.
Certo qualche dubbio sulla maturità dei cantanti, durante le prime ore di entusiasmo, nel pilotare il tutto senza incorrere non tanto in castronerie quanto in esagerazioni è più che lecito.
Sono convinto, però, che i passi in avanti vadano fatti e che qualche “bruciatura” strada facendo non possa essere che salutare per un futuro, sano utilizzo della macchina.
TC-Helicon ha comunque pensato bene di dotare VoiceLive di un gran numero di preset in modo che gli utilizzatori si trovino davanti a “piatti” ben preparati.
Uno studio ai nostri piedi?
Già!
VoiceLive è un multiprocessore vocale che mette a disposizione un ottimo preamp microfonico (con limitatore e alimentazione Phantom da 48 V), un armonizzatore, un correttore di intonazione e gli effetti che servono, cioè riverbero e delay; il tutto integrato da una sezione equalizzatrice, un compressore, un filtro taglia bassi.

E per il cantante chitarrista acustico-elettrificato?
No problem! c’è un ingresso strumento.
E per il cantante-tastierista MIDI-dipendente?
No-problem! Anche lui potrà trovare le necessarie connessioni (MIDI) per inviare comandi alla macchina utilizzando la tastiera.
Gli algoritmi di armonizzazione e correzione di intonazione sono quelli utilizzati nell’ormai famoso VoiceWorks della stessa casa e gli algoritmi di compressione, delay e riverbero sono stati sviluppati in famiglia da TC Electronic.
Il VoiceLive si presenta come una robusta pedaliera con chassis metallico dotato di due maniglie posteriori che facilitano il maneggiamento.
Le connessioni sono tutte alloggiate nel pannello posteriore, mentre il pannello superiore è diviso in due aree: una per così dire “da piede”, e l’altra “da mano”.
La prima consta di otto commutatori cromati, molto robusti e multifunzione, addetti alle molte selezioni possibili tra le quali, solo per citarne alcune, la scelta del preset o della song (Previous e Next), a seconda del modo selezionato; l’attivazione di una funzione definibile dall’utente (User); il silenziamento delle voci di armonia e il bypass (Harmony Mute e Hold for Bypass), la selezione del modo (Preset e Song) e tutto l’universo di sotto-selezioni a disposizione per rendere acce-sibile tutto ciò che la macchina sa fare.

La seconda area, caratterizzata da un colore blu aviazione, ospita due display (Harmony/Correction/ Effects e Program Display), due pulsanti (Edit e Store), quattro manopoline a doppia funzione (Lead/Edit 1, Harmony/Edit 2, Instrument/Edit 3 e Output/Edit 4) e una manopola più grande (Push to enter) che fa funzione di Data Wheel e che, quando premuta, attiva funzioni speciali nei modi Preset Edit e Song Edit.
Numerosissime le informazioni offerte dai due display e dalle due file di led indicatori.
La gran parte di queste sono interpretabili solo con il VoiceLive in posizione “da tavolo” e non da pavimento, quindi da leggersi solo in fase di programmazione.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!