Alessandro Cecchi Paone, lite in diretta, “Stia zitto..” (Video)

Alessandro Cecchi Paone e Cateno De Luca

Durante la puntata di Mattino Cinque dell’8 aprile 2020 abbiamo assistito ad una lite tra Alessandro Cecchi Paone e uno dei sindaci più contestati del momento. Si tratta di Cateno De Luca, sindaco di Messina.

Il motivo del contendere è l’atteggiamento del sindaco ritenuto troppo autoritario e lontano dai poteri concessogli dalla sua carica di sindaco. Tra i due, in diretta, sono volate parole grosse. Vediamo un po’ cos’è successo.

La decisione di Cateno De Luca

All’origine di quanto accaduto a Mattino Cinque si pone un’iniziativa di De Luca che ha fatto molto discutere. Il sindaco della città dello Stretto ha sempre sostenuto, durante l’emergenza Coronavirus, che l’attraversamento dello Stretto di Messina non fosse ben disciplinato e che una buona parte di coloro che si spostano tra una sponda e l’altra non lo fanno con buone motivazioni.

Da qui è arrivata l’ordinanza con cui De Luca ha creato la piattaforma denominata “Si passa a condizione“. Tutti coloro che desiderano attraversare lo Stretto avrebbero dovuto comunicarlo preventivamente facendo una richiesta da vagliare. Chi sarebbe risultato idoneo avrebbe potuto traghettare. Gli altri sarebbero stati respinti.

Alessandro Cecchi Paone, lite in diretta

Alessandro Cecchi Paone è intervenuto in diretta per commentare quanto il sindaco De Luca sta mettendo in piedi in queste ore. Il giornalista non è nuovo a liti in diretta. Ricordiamo benissimo quanto avvenuto con Fabrizio Corona. Un dibattito che si è fatto accesissimo sin dalle prime battute. Cecchi Paone, infatti, non è affatto d’accordo con De Luca che, a suo dire, sta emanando dei provvedimenti che vanno al di fuori delle sue competenze.

Il provvedimento in questione, infatti, è stato annullato dal Consiglio di Stato che l’ha ritenuto infondato e privo di validità. Notizia che ha fatto imbufalire il sindaco di Messina che ha parlato di “fucilate di Stato” e che si è definito “sindaco impiccato” indossando, a mò di foulard, la fascia tricolore. “Stia zitto“, “Si levi quella sciarpa” ha tuonato Alessandro Cecchi Paone, “Questo è vilipendio, Messina non è uno stato autonomo”. (Continua dopo il video)

La risposta del sindaco De Luca non si è fatta attendere. “Non faccia il buffoncello” ha tuonato. Ricordiamo che De Luca è stato già denunciato dal Ministro dell’Interno e, stando così le cose, la vicenda è tutt’altro che chiusa.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!