Pedofilia: la chiesa assolve Don Luciano e Bagnasco dice “Gli auguro di essere sereno”

don luciano

Don Luciano Massaferro è colpevole – secondo la cassazione – del reato di pedofilia nei confronti di una bambina di dodici anni che faceva la chierichetta nella sua chiesa. Secondo la chiesa, però quest’uomo è innocente.

Don Luciano non colpevole per la chiesa: i dettagli

Nel 2009 Don Luciano – secondo la giustizia – ha abusato sessualmente di una ragazzina di dodici anni, all’interno della sua chiesa ad Alassio. Condannato a 7 anni e 8 mesi, con una riduzione successiva ai 6 anni.

Il verdetto del Tribunale ecclesiastico, dopo quattro anni di ricerche accurate e meticolose è stato divulgato durante la giornata di ieri, ritenendo Don Luciano non colpevole e in grado di tornare a celebrare sia la Santa Messa che tutti gli altri Sacramenti.

Il Cardinale Bagnasco gli augura di essere sereno e fare nuovamente il suo lavoro di sacerdote, al meglio delle sue possibilità. Sempre secondo Bagnasco, il tribunale ecclesiastico ha effettuato tutte le procedure corrette per arrivare a questo risultato finale.

E la vittima di pedofilia, che fine ha fatto? La ragazzina, insieme alla sua famiglia, aveva dovuto lasciare Alassio per sfuggire a tutte le persone che credevano si fosse inventata tutto. Proprio nel 2009 la chierichetta aveva raccontato i dettagli degli abusi del prete nei suoi confronti, durante il giro di benedizioni delle case durante il periodo di Pasqua.

Don Luciano aveva rigettato le stesse sin da subito e condannato in primo grado. Con il nuovo verdetto del Tribunale Ecclesiastico lo stesso potrà tornare a recitare messa, seppur interdetto in perpetuo.

I 220mila euro, come risarcimento alla vittima, non sono ancora stati versati dal prete, se non pochi euro per alcuni mesi e poi più nulla.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!