Addio all’imprenditore bresciano Giuseppe Soffiantini

Giuseppe Soffiantini

In data odierna lascia questo mondo l’imprenditore bresciano Giuseppe Soffiantini all’età di 83 anni. Un uomo divenuto famoso a causa del suo rapimento da parte dell’anonima sequestri nel 1997.

Addio a Giuseppe Soffiantini: chi era

Giuseppe Soffiantini
Giuseppe Soffiantini

L’imprenditore Giuseppe Soffiantini aveva appena compiuto 83 anni ed oggi è venuto a mancare all’affetto di amici e parenti. Nel 1997 venne rapito e sequestrato per 237 giorni dall’anonima sarda, liberato a seguito di un riscatto pari a 5 miliardi di lire.

Facendo un piccolo passo indietro nel tempo, l’imprenditore fu rapito all’interno della sua casa di Manerbio e portato in alcuni covi tra le montagne di Siena e Grosseto. La moglie fu lasciata in casa, da sola  ed imbavagliata.

Una richiesta di riscatto pari a 20 miliardi di lire, abbassato poi alla cifra che venne realmente consegnata di 5 miliardi. Il 17 ottobre l’agente Samuele Donadoni, il sostituto dell’emissario del riscatto, fu ucciso mentre due giorni dopo arrivò il primo arresto di uno dei rapitori: Agostino Mastio.

Quest’ultimo decise di collaborare con la giustizia dando indizi fondamentali per entrare in contatto con i 4 membri restanti della banda. Dopo un mese, la moglie ricevette un lembo dell’orecchio del marito unitamente ad una minaccia tradotta come ultima data utile per consegnare il riscatto richiesto.

Il 5 febbraio, Soffiantini viene finalmente liberato ad Impruneta – località in provincia di Firenze. L’imprenditore ha perso la moglie a maggio del 2017 a seguito di una malattia.

Facebook Comments