Le blatte volanti assaltano le nostre case, ecco come impedirgli di entrare

blatte volanti

I mesi primaverili sono i più idonei a prevenire l’invasione delle blatte: a partire da giugno arriveranno anche quelle volanti.

Stanno per comparire un po ovunque le blatte, fastidiosi e ripugnanti insetti che spesso sono potenziali portatori di patologie anche gravi. Siamo all’inizio di maggio e questo è il mese più idoneo per procedere con la prevenzione o perlomeno arginarlo. Con i corretti accorgimenti riusciremo a tenere le blatte fuori dalle nostre abitazioni.

La professoressa di igiene Maria Triassi, docente all’Università degli Studi di Napoli Federico II ha stilato un vero e proprio decalogo anti-blatte in un intervista rilasciata al quotidiano web Il24.

Ecco il decalogo anti blatte

La professoressa avverte, chi pensa di tenerle fuori dalle abitazioni semplicemente con zanzariere o chiudendo porte e finestre che commette un grave e inutile errore.

Al fine di evitare che questi fastidiosi insetti possano accedere alle case è necessario ogni sera tappare gli scarichi dei sanitari e dei lavelli. In particolare la docente consiglia di chiudere ogni sera il wc con il coperchio e di mettere il tappo allo scarico della vasca da bagno.

Il consiglio principale è di tenere gli scarichi puliti, utilizzando la soda almeno una volta alla settimana. Questa elimina il calcare che gli insetti utilizzano per arrampicarsi fino alle nostre abitazioni.

Specifiche informazioni per condomini e negozi

La professoressa Triassi suggerisce ai negozianti e agli amministratori di condominio alcune informazioni utili ad prevenire il problema delle blatte. Maria Triassi afferma:

“Sarebbe opportuno che ogni cittadino che ha una attività commerciale gettasse della creolina nei tombini o all’ingresso delle fognature che si trovano in prossimità del proprio negozio o nei cortili dei condomini …

Infatti gli odori forti e fastidiosi mantengono a debita distanza gli insetti.

A giugno arrivano le blatte volanti

La docente da ulteriori consigli alle Amministrazioni comunali che si trovano a loro volta a dover combattere e gestire l’invasione delle blatte. Troppo spesso le varie disinfestazioni non producono il risultato sperato e afferma ancora:

“È molto importante che di notte facciano circolare dei mezzi che innaffino le strade di creolina in modo da contrastare e far scappare le blatte da strade e giardini per farle ritornare nelle fogne. La soluzione definitiva si può raggiungere – continua la professoressa – solo se si avesse la possibilità di depurare l’intero sistema fognario napoletano. Tutta la spazzatura e i vari detriti accumulati nel tempo, non consentono all’ossigeno e all’aria di passare attraverso le fogne. Per questo le blatte si trovano costrette a risalire in superficie, proprio per poter respirare, il loro istinto di sopravvivenza le porta a invadere strade e abitazioni. Da giugno inoltre le blatte diventeranno “volanti”.

E continua “Molto presto tutti questi insetti diventeranno volatili. Proprio giugno è il mese della loro riproduzione, le blatte cominciano con i primi caldi ad accoppiarsi e lo fanno esclusivamente in volo. Sul corpo delle blatte cresceranno le ali. Tutto questo provocherà altri disagi e anche spaventi a chi se le vedrà arrivare in faccia o sulla testa”.

Facebook Comments