Deputato leghista minaccia i magistrati: ‘Toccate Salvini e noi vi veniamo a prendere…’

Deputato leghista minaccia i magistrati: ‘Toccate Salvini e noi vi veniamo a prendere…’

Alcune ore fa il deputato leghista Giuseppe Bellachioma ha pubblicato su Facebook un post davvero discutibile.

“Messaggio da parte della Lega Abruzzo: se toccate il Capitano vi veniamo a prendere sotto casa… occhio!!!”.

Naturalmente il Capitano in questione è il leader del Carroccio Salvini, mentre il destinatario del messaggio da parte del leghista è la magistratura.

Il parlamentare leghista Bellachioma minaccia la magistratura italiana 

Il post del leghista Bellachioma su Facebook sembra un vero e proprio attacco, che suona come minaccia. Il messaggio arriva dopo il duro scontro di queste ore sullo sbarco dei 150 migranti a bordo della Guardia Costiera Diciotti, ferma nel porto di Catania. Il deputato della Lega Nord abruzzese nel suo post ha ripreso le parole del ministro dell’Interno di mercoledì sera.

La reazione dell’Associazione dei magistrati al post di Bellachioma 

La reazione dell’ANM, Associazione Nazionale Magistrati, che hanno replicato in questo modo.

“Si tratta di una azione di una inaudita gravità che rappresenta un inaccettabile tentativo di interferire nella attività dei magistrati impegnati nella delicata vicenda”.

L’associazione, inoltre, ha affermato che si tratta di un fatto grave senza precedenti, visto che arriva da un parlamentare leghista. L’ANM ha respinto ogni tipo di intimidazione, assicurando che tutti i magistrati svolgeranno regolarmente i loro compiti in rispetto della legge.

Il leader leghista Matteo Salvini ribadisce di avere la coscienza pulita e di non aver paura gli eventuali interventi del Presidente della Repubblica. Mentre l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati e l’Oim, l’organizzazione internazionale per le Migrazioni, supplicano l’esecutivo italiano a consentire ai 150 migranti a bordo della nave Diciotti di sbarcare a Catania. Mercoledì sera dalla Guardia Costiera sono stati fatti scendere 27 minori non accompagnati.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!